Collegato Lavoro


La legge n. 183 del 2010, cd Collegato Lavoro, è entrata in vigore il 24 novembre 2010.

Il Collegato Lavoroprevede una serie di deleghe al governo per legiferare su alcune tematiche del lavoro ma soprattutto introduce alcune novità su importanti temi di diritto del lavoro.

Il corpo normativo del Collegato Lavoroaffronta temi legati alla giustizia del lavoro dando particolare evidenza alla deflazione delle vertenze di lavoro.

Per perseguire il suddetto obiettivo, il Collegato Lavoroha previsto tre strumenti che nel loro insieme concorrono tutti a ridurre la conflittualità in materia di lavoro:

- la certificazione dei contratti;
- il tentativo di conciliazione;
- la risoluzione arbitrale delle controversie di lavoro.

Inoltre, con il Collegato Lavorointroduce una maxi sanzione più mirata per il lavoro nero, ovvero la norma sancisce che, ferma restando l’applicazione delle sanzioni già previste dalla normativa in vigore, in caso di impiego di lavoratori subordinati senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro da parte del datore di lavoro privato si applica altresì la sanzione amministrativa da € 1.500 a € 12.000 per ciascun lavoratore, maggiorata di € 150 per ciascuna giornata di lavoro effettivo.

Inoltre, con il Collegato Lavorosono state introdotte ulteriori novità in tema di:

- modifiche alla disciplina sull’orario di lavoro (ex art. 7 Collegato Lavoro);
- congedi, aspettative e permessi (ex art. 23 Collegato Lavoro);
- modifiche alla disciplina in materia di permessi per l’assistenza a portatori di handicap in situazioni di gravità (ex art. 24 Collegato Lavoro);
- certificati di malattia (ex art. 25 Collegato Lavoro);
- contratto di lavoro a tempo determinato (ex art. 32 Collegato Lavoro);
- accesso ispettivo e potere di diffida e verbalizzazione unica (ex art. 33 Collegato Lavoro);
- disposizioni in materia di collaborazioni coordinate e continuative (ex art. 50 Collegato Lavoro).

Collegato Lavoro a cura del Centro studi



25/11/2011